Blog: http://GrandeTaxiGiallo.ilcannocchiale.it

L'Ultimo Valzer del Novecento

Due film della mia formazione, stamattina, più o meno in contemporanea, sui canali di cinema.
L'ultimo valzer lo vidi tra le medie e le superiori, due pomeriggi consecutivi di settembre, al Moderno.
Con F* tornammo a risentire le canzoni, a rivedere i chitarristi, soprattutto Clapton lì eccezionale (e come si direbbe ora, sciallato) in 'Further On Up The Road'.
Allora mi innamorai di miss Joni, un amore che dura tuttora, e tuttora mi emoziono quando risento 'Coyote'.
E Impiegati di Pupi Avati, poi. Lo vidi, invece, all'inizio dell'università, e mi dissi con forza che mai e poi mai avrei passato la mia vita lavorativa, la mia vita, nelle stanze di una banca (quando poi ci entrai, in una banca, neo-laureato, "evasi" appena mi fu possibile, dopo pochi mesi, sentendomi un po' Papillon il giorno che me ne andai per non più tornare).
Rivedendolo m'è venuto da chiedere (l'ho fatto con un tweet) se qualcuno ancora ricorda Nik Novecento.
Io lo trovavo anche un po' stupido, nei suoi interventi al Maurizio Costanzo. La sua morte ingiusta e crudele, da ragazzino praticamente mio coetaneo, mi toccò profondamente, e mi sentivo pure in colpa per quel che avevo pensato di lui.


Pubblicato il 11/11/2012 alle 12.21 nella rubrica Mancanza d'immaginazione.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web