.
Annunci online

Il blog di Beppe Giuliano Monighini. Dal 2003
29 novembre 2012
Confini


Splendide fotografie di vecchie dogane di confine europee, oggi abbandonate, di un fotografo polacco, Josef Schulz, sul sito di Il Post.
Da ammirare. Anche per rilassarci un po' e pensare che il mondo prosegue oltre i nostri confini sempre troppo stretti e chiusi.





permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 29/11/2012 alle 23:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
27 novembre 2012
Fermo all'incrocio di Villanova


Oggi compirebbe 70 anni Jimi Hendrix, leggo.
Invece si fermò a 28, nel 1970, età maledetta e momento maledetto (Janis, Jimmorrison...).
Fine per consunzione di molti "miti" della breve folgorante illusoria stagione del potere dei fiori, della pace della musica e dell'amore.
Non ce li possiamo neanche immaginare settantenni, no?
(e vedere gli Stones settantenni sul palco, di questi giorni, non fa che confermarcelo).

Quando Jimi suonò a Woodstock, in un'alba stanca, sporca e abbandonata, la sua musica non lo convinceva più, le note che uscivano dalla sua chitarra non suonavano bene nella sua testa, niente stava andando come lui avrebbe voluto.
Eppure risento questo pezzo da quando, ragazzino, misi sul piatto per la prima volta il triplo ellepì, e questa improvvisazione (che in realtà non lo è) sempre (sempre!) mi rapisce.
Se davvero esiste la magia, se davvero è mai esistito un Merlino, ecco questo brano lo sta suonando un Merlino.
Fermo, per sempre ventottenne, nella sua personale foresta di ghiaccio.
All'incrocio di Villanova.







permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 27/11/2012 alle 18:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
25 novembre 2012
Le primarie si vincono sempre


Sono stanco (parecchio). Di quella stanchezza piacevole, gioiosa.
Quella che ti lascia una giornata molto bella.
Al seggio di Rivalta sono venute a votare 230 persone.
Tutte sorridenti, tutte felici di partecipare, anche quando hanno dovuto aspettare quel po' di minuti.
Le primarie si vincono sempre.




permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 25/11/2012 alle 21:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
22 novembre 2012
Song to Margo


Ho visto i Cowboy Junkies. Finalmente. Dovevo andare 23 anni fa, a Torino, è invece stato ieri sera a Rivoli. Poca strada, per un paio di decenni, ma ne è valsa la pena.
Uno dei concerti che ricorderò con maggiore piacere: per le canzoni, per l'atmosfera, per la voce e il fascino di Margo, per la chitarra limpidissima di Michael...
Ho lasciato - a malincuore - la Maison Musique (gradevole scoperta) con i cd della 'Nomad series', e da ieri sera non smetto di ascoltare 'Demons', tutto dedicato a Vic Chesnutt




permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 22/11/2012 alle 11:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
20 novembre 2012
Jodie
"Caro signor Bickle, non so dirle quanto mia moglie e io siamo lieti della notizia che lei si sta rimettendo ed è in via di guarigione. Volevamo venirla a trovare in ospedale quando siamo venuti a New York a prendere Iris..."
Compie 50 anni Jodie Foster, e mi pare scontato ricordare che qui la si adora (anche per ragioni professionali)





permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 20/11/2012 alle 7:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
13 novembre 2012
La mia generazione (e la prossima)


"Creiamo le condizioni perché ci sia una nuova generazione al governo che abbia in mente una cosa e una soltanto: il benessere di quella successiva."

Non vorreste anche voi che chi lo scrive diventasse il prossimo segretario del vostro partito?




permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 13/11/2012 alle 13:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
11 novembre 2012
L'Ultimo Valzer del Novecento
Due film della mia formazione, stamattina, più o meno in contemporanea, sui canali di cinema.
L'ultimo valzer lo vidi tra le medie e le superiori, due pomeriggi consecutivi di settembre, al Moderno.
Con F* tornammo a risentire le canzoni, a rivedere i chitarristi, soprattutto Clapton lì eccezionale (e come si direbbe ora, sciallato) in 'Further On Up The Road'.
Allora mi innamorai di miss Joni, un amore che dura tuttora, e tuttora mi emoziono quando risento 'Coyote'.
E Impiegati di Pupi Avati, poi. Lo vidi, invece, all'inizio dell'università, e mi dissi con forza che mai e poi mai avrei passato la mia vita lavorativa, la mia vita, nelle stanze di una banca (quando poi ci entrai, in una banca, neo-laureato, "evasi" appena mi fu possibile, dopo pochi mesi, sentendomi un po' Papillon il giorno che me ne andai per non più tornare).
Rivedendolo m'è venuto da chiedere (l'ho fatto con un tweet) se qualcuno ancora ricorda Nik Novecento.
Io lo trovavo anche un po' stupido, nei suoi interventi al Maurizio Costanzo. La sua morte ingiusta e crudele, da ragazzino praticamente mio coetaneo, mi toccò profondamente, e mi sentivo pure in colpa per quel che avevo pensato di lui.





permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 11/11/2012 alle 12:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
7 novembre 2012
Pippo Civati a Rivalta, venerdì 9 novembre, ore 18


La Rivendicazione della Politica e
10 Cose Buone per l’Italia che la Sinistra deve fare subito

Giuseppe Civati a Rivalta Bormida,
venerdì 9 novembre alle 18

 Astensionismo in fortissima crescita, rifiuto della politica da parte di chi è bollato come “antipolitico” da molti attori della politica istituzionale. Soprattutto, soluzioni diverse che dobbiamo immaginare, la riforma del sistema attuale e la sua moralizzazione.
«
Lo stesso mondo in cui viviamo, se ci si pensa, è diventato utopico a sua volta, perché sfuggono alla comprensione dei più i luoghi dove si prendono le decisioni, le scelte che determinano la vita della nostra società e il suo standard di qualità e di benessere.
Ciò comporta il sorgere di fenomeni politici inediti che non sono più accidentali ma che interrogano in profondità la politica stessa. Fenomeni dai quali, come spesso accade quando il motore è il disagio che segue all’ingiustizia, muove un grande disordine.
»
Di questo tratta “La rivendicazione della politica”, l’ultimo recente libro di Giuseppe Civati che l’autore presenta venerdì 9 novembre alle 18 a Palazzo Bruni di Rivalta Bormida.
Una scelta non casuale il paese delle radici e dell’infanzia di Norberto Bobbio dove il filosofo ha scelto di riposare, per un ragionamento sulla politica oggi, e soprattutto sul futuro. «Creiamo le condizioni perché ci sia una nuova generazione al governo che abbia in mente una cosa e una soltanto: il benessere di quella successiva.»
Questo passaggio è invece tratto da “10 cose buone per l'Italia che la sinistra deve fare subito”, altro recente volume di Pippo Civati, anch’esso oggetto dell’incontro per i temi affrontati, dalla corruzione zero a una profonda riforma fiscale, dall’uguaglianza al suolo bene comune, dalla cultura del futuro (appunto) all’innovazione: con proposte di soluzioni.

L’incontro è organizzato nell’ambito del “mese democratico” dal PD della provincia di Alessandria e dal circolo di Rivalta Bormida.

 Giuseppe Civati, monzese, classe 1975, è consigliere regionale della Lombardia. Tra le molte iniziative politiche di cui è protagonista c’è “Prossima Italia”, movimento di persone che vogliono contribuire all’innovazione della politica, attraverso l’uso di mezzi, linguaggi e modelli di partecipazione nuovi.





permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 7/11/2012 alle 8:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 novembre 2012
Le fotografie, ancora (e ogni 6 novembre)


L'avevo scritto anni fa (ne erano passati dieci, allora, dall'alluvione del 6 novembre 1994)
"C'è questa cosa delle fotografie, che m'han detto in tanti.
Che di tutto quello che han perso, alla fine, è per le fotografie che gli dispiace di più..."
Continua a leggere qui





permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 6/11/2012 alle 7:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
3 novembre 2012
Education (e una grande speranza)


Un bambino per metà nero, nato alle Hawaii da una ragazza madre...



permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 3/11/2012 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
2 novembre 2012
Sogno di una stella – Gregory Corso sogna Ted Williams

Ho sognato Ted Williams
piangente nella notte,
davanti alla Torre Eiffel

Era in divisa
con la mazza ai suoi piedi
nodosa e delicata

Aveva preso la mazza con le mani aperte
mettendosi in posizione, come se fosse nel box
e rideva! scaricando la sua collera di ragazzo
verso un invisibile mound
aspettando, fino in fondo, il lancio dal paradiso

Arrivò, ne arrivarono centinaia, tutti rapidissimi
E girò, girò, girò senza colpirne nemmeno uno,
sinker, curva, dritti in mezzo al piazzo
un centinaio di strikes!

l'arbitro vestito in uno strano abito
esplose il suo verdetto: SEI OUT !!
L'inorridito boato dei fantasmi degli spettatori
si disperse tra gli arabeschi di Notre Dame.
E io urlai nel mio sogno
Dio! tiragli il tuo lancio misericordioso!
Annuncia il colpo della mazza!
saluta une bella valida a sinistra!
Sì: il doppio, il triplo!
Osanna: il fuoricampo!


"Dream of a Baseball Star"  di Gregory Corso è stata pubblicata per la prima volta in The Happy Birthday of Death (New York: New Directions, 1960).



permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 2/11/2012 alle 22:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        dicembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte