.
Annunci online

Il blog di Beppe Giuliano Monighini. Dal 2003
11 agosto 2012
At The Hop – La curiosa vicenda di Elmer Solly, il cantante Danny C

Uno dei gruppi minori che si guadagnò una notorietà grazie a Woodstock furono gli Sha Na Na, numeroso collettivo di revival del rock’n’roll, tra costumi in lamé dorato, brillantina e nostalgia degli anni ’50.
La loro vivace e adrenalinica esibizione con ‘At The Hop’ diede l’avvio a una carriera che continua tuttora (con altri momenti di celebrità grazie al film ‘Grease’ e a un programma televisivo nello stesso periodo a fine anni settanta).
Il numeroso e colorato ensemble (una dozzina di musicisti mediamente) vide ovviamente diversi cambi di formazione; per dire il chitarrista solista se ne andò nel 1970, e lo sostituì un Vinny Taylor, nato Chris Donald.



Negli stessi giorni in cui un’intera generazione viveva l’apice del proprio sogno di “pace e musica” sui prati della fattoria di Max Yasgur, a pochi chilometri di distanza un Elmer Edward Solly, ubriaco, in un accesso di rabbia uccise a botte Christopher, il bambino della sua ragazza, di soli due anni.
Solly fu condannato e incarcerato, sua madre e sua nonna sostennero fosse stato malmenato dalle guardie, quindi ottennero fosse trasferito in un carcere meno rigido, qui lo psicologo si prese a cuore la sua situazione, gli fece avere dei permessi per visitare la madre e durante una di queste visite, in cui era accompagnato solo dallo stesso psicologo, Solly evase.

Nel mese di giugno del’ 74, all’epoca dell’evasione di Elmer Solly, Vinny Taylor era morto da un paio di mesi, per una overdose.
Elmer, dopo numerose peripezie e cambi di identità, si trasferì in Florida, dove assunse (anche grazie a documenti falsi) la nuova identità di Daniel “Danny C” Catalano, nuovo nome d’arte dello stesso Taylor che, secondo quanto lui stesso diceva, aveva finto la propria morte.
Danny C divenne un protagonista della scena musicale del revival, in Florida, e visse la sua nuova esistenza fino alla fine degli anni novanta, quando le sue ricerche divennero un “cold case” con un detective del New Jersey che investigava; sua madre, l’unica che conosceva il suo segreto, morì rivelandolo al marito che aiuterà la polizia, mentre i veri Sha Na Na confermarono che questo Danny C non aveva mai suonato con loro.


Il detective ricostruì un identikit di Solly, invecchiato con la computer grafica di venticinque anni rispetto a una fotografia dei tempi della detenzione e ritrovò il fuggitivo... grazie al sito web di Danny C, il “bad boy” come si definiva, già cantante degli Sha Na Na.
Chissà se nel suo repertorio c’era ‘At The Hop’.



permalink | inviato da GrandeTaxiGiallo il 11/8/2012 alle 16:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio        settembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte